Fly - Londra

Una chef giramondo con al centro la sua cucina

Ne conosco tante di cucine. Ci sto per un periodo, le rendo famose, ci ritorno, a volte. Una però è quella del cuore, a casa mia. È la prima volta che ne parlo. Molti si chiedono: come sarà la cucina di uno chef? È qualcosa di unico. Fly mi accoglie sempre con un’atmosfera intima. È uno spazio privato che sa essere ristorante se arrivano gli amici. Ha un sapore che non stanca, mi lascia libertà, mi invita a provare, abbinare, mixare. Un po’ com’è lei che, in alcuni casi, mescola suggestioni vintage a quelle contemporanee, riportandomi di nuovo in viaggio quando penso ai luoghi di tutto il mondo dove ho lavorato.